Illusion of…

Illusion of… è il progetto di Alternanza Scuola Lavoro di Fondazione Cr Firenze, OMA e IED Firenze che ha coinvolto 100 studenti fiorentini per 100 ore in un percorso formativo che ha toccato i temi del design della moda, della grafica e dell’organizzazione di eventi.

I risultati di questo progetto saranno presentati il 13 e 14 ottobre 2018 alla Fondazione CR Firenze, in via Bufalini 6 a Firenze (ingresso libero) nell’esposizione dal titolo Così è! Se vi pare – un evento tra moda ed illusione in collaborazione con Valentina’s, O’Bag, Memar e Landini Tessuti. In mostra una  Capsule Collection di abiti che gioca sul tema dell’illusione e del trompe l’oeil . I giovani creativi hanno impostato la collezione rielaborando i capi forniti dai brand coinvolti attraverso dettagli, applicazioni e interventi di re-design trasformandoli in outfit unici.

Per l’occasione l’allestimento giocherà anch’esso sul tema dell’illusione con installazioni di giochi di specchi e effetti sensoriali inaspettati. Un lavoro corale fra gli studenti degli Istituti Superiori fiorentini ad indirizzo artistico (Cellini-Tornabuoni, Leon Battista Alberti e Porta Romana) che esporranno i risultati del loro lavoro di creatività in un contesto totalmente dedicato.

Illusion of… ha permesso ai giovani dei tre istituti a indirizzo tecnico e artistico di Firenze di immergersi in autentiche realtà aziendali, grazie alla partecipazione al progetto delle aziende del territorio e di professionisti del settore comunicazione e moda, che mettendosi a confronto con diverse figure professionali che hanno permesso ai giovani di arricchire il know how e imparare nuove tecniche. Gli studenti sono stati selezionati, formati e suddivisi in gruppi di lavoro con specifici compiti e mansioni.

“Siamo soddisfatti del lavoro svolto con incredibile passione e dedizione da questi giovani – ha detto Gabriele Gori, Direttore Generale Fondazione CR Firenze -. Il progetto di Alternanza Scuola Lavoro di Fondazione CR Firenze termina il suo secondo anno di attività con un bilancio di tutto rispetto: circa 500 studenti sono stati coinvolti in totale nei progetti Hands4work e questo è uno dei più ambiziosi avendo lavorato con ben 100 studenti suddivisi in 4 differenti gruppi. Riteniamo particolarmente importante il confronto dei giovani creativi con vere aziende e veri professionisti di ambiti professionali che un domani potrebbero rappresentare un’opportunità reale di inserimento lavorativo per questi ragazzi”.